Benvenuto nel sito ufficiale del comune di Caselle Landi della provincia di Lodi
Versione solo testo - Versione alta visibilità         
Motore di ricerca
     
Comune di Caselle Landi

Home | Mappa




Sei in: Home » archivio news » risultato ricerca » scheda news
Sei in: Home » archivio news » risultato ricerca » scheda news

News

Area Istituzionale – Affari Generali

comunicazione
DAL 14 marzo 2011 PARTE " FRUTTA NELLA SCUOLA"

 

 

 

PROGETTO COMUNALE DI EDUCAZIONE ALIMENTARE 

Questa Amministrazione,
ü  Nel recepire la normativa regionale (IX/423 del 5/08/2010) relativamente ad azioni di educazione regionale per l’anno 2010/2015 (un esempio “Frutta nella Scuola”) , nonche’  ai progetti promossi dalla stessa Provincia di Lodi sulla valorizzazione dei prodotti agroalimentari territoriali e della qualità dei cibi come potere nutrizionale,
ha ottenuto dalla Direzione Didattica, particolarmente sensibile all’argomento, la collaborazione da parte del corpo insegnante, ovvero del personale ATA in forza presso i nostri plessi comunali dell’Infanzia, Primaria e Secondarie di 1° grado, per la distribuzione della frutta fresca, previsto dal menu’,da somministrare a partire dal 14 Marzo 2011 come “merenda” a meta’ mattina e fornita dalla stessa Ditta Appaltatrice (Copra di Piacenza)  a tutti gli scolari PRESENTI in tutti i 3 plessi,  e ciò al fine di incentivare il consumo di frutta già dai bambini in età prescolare fino alle Medie.
Difatti, l’occasione di promuovere tale progetto è parte di un percorso più ampio di educazione alimentare che questa Amministrazione intende incentivare prossimamente in collaborazione con la Scuola, quale: avvicinamento dei bambini a cibi più sani, offrendogli un ambiente, anche quello scolastico, dove per esempio frutta e verdura sono cittadini stabili e graditi – sviluppare una capacità di scelta di consumo alimentare consapevole - promuovere una maggiore conoscenza delle produzioni ortofrutticole territoriali e nazionali - sensibilizzare i genitori sull’importanza di una sana alimentazione fin dalla più tenera età, tutto questo prevedendo anche attività collaterali che la scuola stessa ne potrà beneficiare attraverso l’istituzione da parte del Comune di corsi ad hoc  ed attività, laboratori di tipo didattico-esperenziale. A tal fine questa Amministrazione - particolarmente attenta a tematiche educative alimentari come per altro sono orientate le varie Istituzioni a livello Regionale e la stessa Provincia di Lodi -,  ha previsto in modo lungimirante proprio in sede dell’ultimo rinnovo quinquennale di appalto per la ristorazione scolastica delle migliorie sul servizio – con nessun onere a carico dell’utenza – e di cui elenchiamo alcune fra le principali e di pertinenza, quali:
 1) fornitura, rispettivamente di metà mattina (con possibilità anche a metà pomeriggio) di merenda, consistente in frutta o yogurt, non servita al momento del pasto e comunque corrispondente al numero degli scolari e non al numero degli utenti servizio mensa;
 2) utilizzo di prodotti BIOLOGICI (ES.: legumi secchi, orzo, farro, riso, yogurt, latte fresco, latte UHT, pasta, pasta integrale secca, olio extra vergine di oliva, aceto, pomodoro in scatola, salsa di pomodoro, uova, succhi di frutta, pane, carne rossa o bianca, farina bianca, farina gialla, miele, biscotti, marmellata, tutta la FRUTTA, tutta la VERDURA, cacao in polvere, crostatine, burro e aromi), con particolare attenzione a produzioni locali;
3) utilizzo dei prodotti DOP e IGP (es: Grana Parmigiano Reggiano, Asiago, Montasio, Bresaola della Valtellina, Prosciutto cotto DOP, Prosciutto crudo di Parma, salame DOP, coppa DOP, pancetta DOP, mele e pere IGP),con particolare attenzione a produzioni locali;
4) utilizzo di carne bovina soltanto italiana, con particolare attenzione a produzioni locali. Inoltre non è ammesso l’impiego di prodotti precucinati o precotti; non è ammesso l’utilizzo di prodotti di IV gamma; non è ammesso l’utilizzo di prodotti di pesce pangasio; non è ammesso l’utilizzo di prodotti contenenti Organismi Geneticamente Modificati (OGM).
5)  fornitura durante il pasto di acqua potabile  che dovrà essere servita in caraffe a norma (aderendo al progetto ed indicazioni  della Provincia di Lodi “Acqua Buona”).
6) La preparazione e il confezionamento dei pasti non solo avverrà presso il Centro Cottura dell’Asilo ma almeno il primo piatto verrà cucinato presso la cucina delle scuole primaria/secondaria di 1° grado in Via C. Battisti. (non più quindi veicolato)
7) fornitura di cestini freddi . La composizione dei suddetti cestini dovrà essere così formulata: n°1 panino con prosciutto cotto o crudo + n°1 panino con formaggio (asiago, montasio, scamorza, edammer) + n°1 Frutto/succo di frutta + n°1 acqua minerale non addizionata di anidride carbonica da 50 cl + n°1 dolce tipo snack confezionato o altro secondo tabella dietetica approvata dall’Asl Lodi +  n°2 tovaglioli in carta +n°1 bicchiere a perdere;
8) corsi rivolto a studenti e famiglie nell’ambito dell’educazione alimentare. Inoltre, in occasione di particolari eventi e/o progetti sull’argomento alimentazione, ovvero su proposta dell’Amministrazione Comunale, delle scuole e della commissione mensa o della ditta, potrà essere concordata la somministrazione di menù speciali (prodotti provinciali o regionali, etnici ecc…);
09) fornitura di diete speciali per soggetti allergici e/o intolleranti, e anche per motivi etici e religiosi.
10) istituzione di una nuova Commissione Mensa, appositamente regolamentata nelle sue funzioni e modalità di svolgimento di esercizio;
11) nuova modulistica e report per un migliore ed efficace controllo dei buoni pasto consegnati in corrispondenza con i pasti somministrati giornalmente  dalla Ditta. Si fa presente infine che e’ sempre confermata, vista l’utilità riscontrata, la vendita dei Buoni mensa non solo in Tesoreria, situata presso  la Banca locale Intesa-San Paolo, ma  anche nei vari esercizi pubblici convenzionati  situati sia nelle frazioni sia in centro, affinché agevolare le famiglie all’acquisto in orari diversificati, anche Sabato e Domenica(gli esercizi pubblici che hanno aderito sono: per il Centro Alimentari Bonvicini e Rossi Tino – per Gerre/Mezzanino Alimentari Salvini - per Bruzzelle  Bar Alimentari Orsi).

Per quanto sopra, nell’essere certi di riscontrare particolare sensibilità all’argomento, vogliamo chiedere a tutti i genitori, assieme agli stessi docenti e personale ausiliario, la massima collaborazione,  affinchè possano aderire il maggior numero di studenti al consumo della frutta fresca somministrata a metà mattina (sostituendo il più possibile il consumo di snack vari), favorendo così nei nostri figli comportamenti alimentari virtuosi, migliorando la probabilità che essi assumano cibi migliori. Difatti le buone e cattive abitudini alimentari nascono e si sviluppano nel “brodo di coltura” familiare. Saperlo rende più consapevoli il nostro lavoro di genitori-educatori e ci faciliterà in seguito il confronto con gli insegnanti che, primi alleati fuori dal perimetro familiare, contribuiranno – se sapremo affiancarli con costanza – a rendere l’alimentazione dei nostri figli un pilastro del loro equilibrio personale

  L’Assessore alla Pubblica Istruzione                                                                     Clementina Valentina Subitoni

Fine dei contenuti della pagina

Sito ufficiale del Comune di Caselle Landi

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Viale IV Novembre, 20 - 26842 Caselle Landi (LO)
Tel. 0377-69901 - Fax 0377-69832
C.F.: 82501130155

Realizzazione
Proxime S.r.l.